Non costringermi a pensare!

Blog

Non costringermi a pensare!

Spesso la gente mi chiede:

 

“Qual è la cosa più importante che devo fare per assicurarmi che il mio sito o la mia app sia facile da usare?”

 

La risposta è semplice, non è “Tutti i contenuti più importanti devono sempre trovarsi a un massimo di due clic di distanza”, o “Parla la lingua dell’utente”, o ancora “Basta essere coerenti”.

 

È…

 

“Non costringermi a pensare!”

 

Steve Krug – Don’t make me think

 

Progettare e realizzare un sito web è diventata una cosa molto semplice al giorno d’oggi, chiunque cercando su internet può apprendere le basi o trovare gli strumenti per farlo.

Tuttavia creare un design efficace, che soddisfi gli utenti, e agevoli la User Experience (esperienza d’uso) è ancora qualcosa che richiede conoscenza da parte del designer.

 

Che cos’è la User Experience ?

In termini molto semplici è un’emozione, una sensazione, un’intuizione che l’utente ha durante l’utilizzo di un prodotto, di un sistema o di un servizio.

Il valore che sta alla base  è quello di far sentire l’utente soddisfatto del prodotto che sta utilizzando, rendendo più facile il raggiungimento del suo scopo.

In questo articolo voglio illustrare le tre leggi si Steve Krug  sull’usabilità, linee guida alle quali mi attengo durante la progettazione di pagine web.

 

1) Non costringermi a pensare.

È  il criterio principale per decidere se un progetto funziona o meno.

Questo significa che, per quanto possibile, quando guardo una pagina web questa deve spiegarsi da se.

Devo essere capace di capire come si usa e di cosa parla senza dover fare il minimo sforzo mentale.

Ecco alcune linee guida per rendere una pagina autoesplicativa:

  • Sfruttare le convenzioni
    • Uno dei modi migliori per rendere praticamente tutto più facile da cogliere in fretta è seguire le convenzioni: gli stili di design che si usano più ampiamente o che si considerano uno standard
  • Creare gerarchie visive efficaci
    • Un elemento più è importante più è visibile
    • Gli elementi che sono collegati logicamente sono collegati visivamente
  • Suddividere le pagine in aree chiaramente definite
    • Guardandosi intorno l’utente deve essere in grado di riconoscere diverse aree nella pagina e dire: “Le cose che posso fare su questo sito!”, “I link degli articoli più letti di oggi!”, “La navigazione per arrivare al resto del sito!”
  • Rendere ovvio su cosa si può fare clic
    • Usare per i link stili diversi
  • Eliminare le distrazioni
    • Le home page tendono ad avere troppe informazioni e, come una casella di posta con troppe e-mail, è difficile concentrarsi sulle cose importanti
    • Partire dal presupposto che tutto in una pagina sia “rumore” fino a prova contraria
  • Formattare i contenuti in modo che sia più facile scorrerli velocemente
    • Utilizzare moltissimi titoli
    • Mantenere brevi i paragrafi
    • Usare elenchi puntati
    • Evidenziare i termini chiave

 

2) Non importa quante volte devo fare clic, purché ciascun clic sia frutto di una scelta semplice e non ambigua.

Non è importante il numero di clic che l’utente deve fare per arrivare a quello che vuole, ma quanto sia difficile ogni clic: la quantità di ragionamento necessario e la quantità di incertezza per capire se la scelta fatta è quella giusta.

In generale, si può dire tranquillamente che all’utente non importa il numero di clic, purché ciascun clic sia indolore e non perda la convinzione di essere sulla strada giusta, seguendo quello che spesso viene chiamato “il profumo dell’informazione”.

I link che identificano chiaramente e senza ambiguità il loro obiettivo emanano un forte profumo che assicura all’utente che facendo clic su di esso arriverà più vicino al suo “obiettivo”. I link ambigui non ben pensati non lo fanno.

 

3) Liberatevi della metà delle parole in ogni pagina e poi liberatevi della metà di quelle che contano.

Liberarsi di tutte quelle parole che nessuno leggerà offre diversi effetti positivi:

  • Riduce il livello di rumore nelle pagine
  • Rende più visibili i contenuti utili
  • Rende le pagine più brevi, permettendo agli utenti di vedere con un colpo d’occhio più contenuti in ciascuna pagina senza dover scorrere
By Daniele - 14, Nov 2018


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *